Qualcosa crolla!

Ci sono giorni in cui quello che credo di aver conquistato scompare in un baleno. L’equilibrio, la saggezza, la lungimiranza vanno a farsi benedire. Oggi ho sentito rabbia, nostalgia di un amore, una marea di emozioni ha turbato la mia finta, solida torre. Aveva ragione J.P. Sartre quando diceva che “l’inferno sono gli altri“. Difficile avere a che fare con le persone, anche con i vecchi amici. Oggi il mio nuovo essere strideva, si lamentava, si sentiva ingabbiato in un ruolo vecchio, che non mi appartiene più. Mi son sentita ribelle, arrabbiata, ex innamorata, un mucchio di emozioni confuse. Mi rimane solo una cosa, stasera: la consapevolezza che avere a che fare con le persone è difficile.

“Così parlano tutti i pesci” dicesti “quel che essi non riescono a sondare lo chiamano insondabile. Ma io sono soltanto mutevole e selvaggia e in tutto una donna, e non virtuosa: anche se per voi uomini mi chiamo la profonda o la fedele, l’eterna, la misteriosa.

Ma voi uomini ci fate sempre dono delle vostre virtù, ah voi virtuosi!”

Così rideva, l’incredibile; ma io non credo mai a lei e al suo sorriso, quando essa dice male di se stessa.

F.W. Nietzche– Così parlò Zarathustra