Il cielo di notte

Nelle notti senza luna, d’estate, se guardo il cielo lo vedo pieno di stelle. Se sto vicina alla mia condizione più naturale, su un prato o una spiaggia, tutto sembra magico. La carta n. XVII, La Stella, è proprio così. Tutto diventa magico e quello che ieri sembrava ovvio, scontato, si ammanta di luce. A un’unica condizione, però. Che mi riconnetta con la Natura, con quel sentore primordiale col quale sono tanto intima. Questa carta mi prende per mano e mi riporta dalla mia strega interiore, e sorridendo mi lascia lì. Un invito ad attivare le mie arti magiche, che accetto volentieri. Prendo il mantello e mi avvio verso la luce, senza paura. Che sia proprio la paura che devo sconfiggere con la magia? E come si chiama questa magia? Amore?

Come le stelle in cielo, intorno  alla luna lucente,

brillano ardendo, se l’aria è priva di venti;

si scoprono tutte le cime e gli alti promontori

e le valli; nel cielo s’è rotto l’etere immenso,

si vedono tutte le stelle; gioisce in cuore il pastore;

OmeroIliade – libro VIII

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.